giovedì 8 maggio 2014

Cheesecake salato al gorgonzola con gelatina al vino e Granny Smith

Ogni tanto capitano alcune serate in cui inviti amici con cui sei particolarmente in confidenza ed ecco che questi non si fanno troppi scrupoli ad esternare proposte specifiche relativamente al menù.
«E questo quando ce lo prepari?» - chiede uno.
«E’ tanto che non ci cucini quel piatto» - aggiunge l’altra.
Le pretenziose richieste offrono l’enorme vantaggio di non doversi scervellare di fronte agli scaffali del supermercato, in cerca di una valida ispirazione per accontentare i commensali. A volte l’idea giusta tarda a venire, soprattutto quando l’intenzione di fare bella figura ci porta all’ ossessiva ricerca della perfezione. Così, qualche imbeccata può far sempre comodo.
La sfida resta comunque quella di accontentare il gusto di tutti, visto che una specifica richiesta presuppone una buona conoscenza della pietanza. Infatti, chi ama una portata è solito richiederla spesso, arrivando a coglierne ogni singola sfumatura, ogni retrogusto e perfino l’aspetto. Tra l’altro io sono una di quelle che sostiene che i piatti vadano mangiati prima con gli occhi. Ma di questo, troveremo il modo di parlarne più avanti.
Quella volta gli invitati votarono il cheesecake praticamente all'unanimità ed io provai ad ideare una versione diversa dallo standard, servendola come antipasto, anziché come dessert. Stravolgere i cliché è l’essenza stessa della creatività. Anche in cucina.
Modificando gli ingredienti principali, mischiando qualcosa qua e togliendo qualcosa là, come per incantesimo, ne uscì un vero successo. Provatelo e vedrete che gli amici apprezzeranno e ne parleranno a lungo.






Per la gelatina:

4 mele Granny Smith

500 gr zucchero
700 gr vino rosso
½ limone spremuto
7 fogli di gelatina

Per il cheesecake:


1 foglio di gelatina

110 gr fette Wasa Fibres (si trovano al supermercato)
40 gr noci sgusciate
70 gr burro fuso
200 gr ricotta di pecora
200 gr gorgonzola piccante
Sale qb
Pepe qb 
3 cucchiai di latte
4 gherigli di noce per decorare
1/2 mela verde 



Sbucciate le mele e tagliatele a fette sottili, mescolandole in una ciotola con il mezzo limone spremuto.
Versate in una casseruola il vino e lo zucchero e fate cuocere.
Appena raggiungerà il bollore aggiungete le mele e fate cuocere per circa 45 minuti.
Intanto mettete 7 fogli di gelatina a bagno in una ciotola con dell’acqua.
Quando il vino si sarà ritirato almeno della metà spegnete il fuoco e lasciate riposare.
Intanto procedete con la preparazione del cheesecake.
Frullate le fette Wasa (ma potete sostituire con delle fette biscottate e crackers in proporzioni a piacere) e le noci finché non le avrete ridotte in polvere, versatele in una ciotola e mescolate con il burro, finché non avrete un composto a briciole.
Foderate una teglia tonda e a cerniera, di 20 cm di diametro, con della carta forno. Versate il composto e livellate con il dorso di un cucchiaio, finché non sarà ben pressato e liscio in superficie.
In alternativa potete comporre la torta salata in coppapasta monoporzione, direttamente nei piatti o su un vassoio ricoperto con della carta forno.
Appoggiate la base in frigo mentre proseguite con la preparazione.
Mescolate con l’aiuto di un frullatore ad immersione o di un mixer la ricotta, il gorgonzola, il sale, pepe,  fino ad ottenere una crema.
Sciogliete l’ultimo foglio di gelatina in 3 cucchiai di latte tiepido e versatela all’interno dei formaggi.
Tirate fuori dal frigo la teglia e versate sopra la crema, livellandola. Riponete nuovamente al fresco.
Riprendete il pentolino con all’interno il vino e le mele cotte, aggiungete i fogli di gelatina e mescolate energicamente, avendo cura di scioglierla bene.
Versate delicatamente la gelatina non troppo calda sopra il formaggio e fate rassodare in frigo almeno 3 ore.
Al momento di servire decorate il cheesecake con le mele e i gherigli di noce.