domenica 26 gennaio 2014

Burratina di Andria su pesto di zucchine crude e pomodorini confit

Penso ad un invito a cena... Con le amiche di sempre.
Ognuna ha la sua vita, il suo tran-tran quotidiano, ma riusciamo a ritrovarci ed essere affiatate oggi come una volta: una mamma per vocazione, due splendidi bambini, lasciati a casa con il marito con cui è stata fidanzata una vita; una donna single e in carriera, al suo ennesimo fallimento amoroso, cinica e distaccata ma con un cuore fondente, come un tortino caldo al cioccolato; un'eterna Peter Pan, che pensa che da grande vedrà realizzati i sogni di quando eravamo bambine; una nevrotica agente di commercio, alle prese con una convivenza a metà, che scarica tutte le sue frustrazioni con estenuanti maratone di Zumba.
Niente di meglio che una buona cena, a suggellare il legame indissolubile fra persone così diverse, ma sempre così felici di incontrarsi.
Ognuna con i suoi gusti, le sue paturnie per la linea e la forma fisica, le sue intolleranze...  
Ecco che mi è venuta fuori questa ricettina, proposta per la serata come un secondo vegetariano leggero, preceduto, in quell'occasione, da una lunga serie di antipasti, mousse calde e fredde, con crostoni di pane abbrustolito. Il tutto accompagnato da un buon vino rosso.








Ingredienti per 4 persone:

2 zucchine scure
30 gr mandorle spellate
4 burrate di Andria (mignon)
12 pomodorini piccadilly
1 spicchio di aglio
olio Evo
sale qb
pepe qb
zucchero qb
1 rametto di rosmarino 


 
Pulite le zucchine e tagliatele a julienne. Lasciatele almeno mezz'ora in un colino, coperte da un peso per far uscire i liquidi, con una spolverata di sale fino.
Intanto lavate e tagliate a metà i pomodorini. Sistemateli, poi, su una teglia coperta di carta da forno con il taglio rivolto verso l'alto.
Conditeli con sale, pepe, rosmarino tritato, poco zucchero e un filo di olio. Infornateli a 150° per un'ora circa.
Frullate le zucchine già scolate nel minipimer, aggiungendo lo spicchio di aglio, l'olio ed infine le mandorle, fino ad ottenere una crema omogenea. Assaggiate prima di aggiungere altro sale: il preparato dovrà risultare delicato al palato.
Adesso potete comporre il piatto: versate un paio di cucchiai di pesto al centro di un piatto piano e battete sul fondo in modo da farlo espandere in maniera omogenea. 
Adagiate al centro la burrata, precedentemente aperta e lasciata asciugare leggermente, in un piatto a parte. 
Disponete i pomodori confit a raggio, ai lati del piatto e servite, se volete, con una spolverata di pepe appena macinato.