giovedì 8 gennaio 2015

Crema di zucca e poché al gorgonzola

In pieno stile detox, dopo i bagordi delle vacanze natalizie, vi presento una delle creme più gustose che abbia mai preparato.
Era il primo giorno del 2015, una giornata soleggiata che avevo già perso per metà, vista l'ora in cui avevo deciso di alzarmi dal letto. 
Sentii bussare alla porta di camera intorno alle 12:30, ci misi qualche minuto per realizzare che giorno e che ora fosse. 
Il gran cenone della sera prima, in cui 20 affamatissimi ospiti avevano divorato chili di crostacei, cucinati in mille modi diversi, mi aveva messa a dura prova.
Il karaoke delle tre di mattina, terminato con una disastrosa interpretazione di "I will survive", di Gloria Gaynor, mi dette il colpo di grazia. Furono i miei timpani, fischiando fastidiosamente fino al giorno successivo, ad implorare "I will survive"!
Con un occhio ancora chiuso, nella penombra della camera da letto, scorsi una faccina curiosa che si affacciava alla porta, cercando di capire quanto tempo ancora sarebbe passato prima di bere una tazza di latte accompagnata da qualche biscotto.
Decisi così di farmi coraggio, misi in moto quel che rimaneva delle gambe affaticate dalla sera precedente e mi alzai, dirigendomi lentamente in cucina.
Preparai la colazione per i quattro cuginetti, miei ospiti in quei giorni, e bevvi un caffé, riflettendo che di lì ad un ora sarebbero arrivate altrettante pance, ben più capienti, da sfamare. 
Ebbi appena il tempo di preparare il pranzo, quando arrivarono gli zii.
Apparecchiammo tutti insieme la tavola, ci sedemmo, e finalmente gustammo il nostro leggero ma buonissimo pranzo di inizio anno. 





Ingredienti per 2 persone:

300 gr zucca gialla
1 cucchiaio di fecola di patate
brodo vegetale qb
1 spicchio d'aglio
olio evo qb
pepe nero qb
2 uova
100 gr gorgonzola piccante

Cuocete in forno, a 200°, la zucca, finché la polpa non diventa morbida.
In una pentola capiente scaldate l'olio con lo spicchio d'aglio intero, saltate per qualche istante la zucca, salate e pepate. 
Eliminate l'aglio ed aggiungete il brodo vegetale, facendo cuocere finché la verdura non si disfa. 
Frullate con un minipimer, controllando la densità. Aggiungete a questo punto la fecola sciolta in mezza tazza di brodo vegetale, poco per volta. 
Fate cuocere altri 5 minuti ed aggiustate la sapidità.
In una pentola a parte fate scaldare abbondante acqua con mezzo bicchiere di aceto bianco.
Rompete le uova, una per volta, in un piattino e, quando l'acqua bolle, girate il manico di un mestolo di legno fino a formare un vortice all'interno. 
Quando il vortice sarà formato, versatevi l'uovo, cercando di raccogliere l'albume in modo che non si disperda nell'acqua. 
Fate cuocere per 4 minuti e scolate con una schiumarola, appoggiando delicatamente l'uovo poché su un piatto.
Fate lo stesso con l'altro uovo. 
Servite la crema molto calda, ponetevi al centro l'uovo e il gorgonzola. Aggiungete un filo di olio e una macinata di pepe, prima di servire.