mercoledì 26 novembre 2014

Tagliatelle di crepes rustiche con carciofi e purea di zucca allo zenzero

Ero appena tornata dalla Polonia dove, stranamente, trovai un clima caldo e soleggiato, atipico per il periodo e la latitudine a cui mi trovavo.
In quella settimana ebbi modo di sperimentare alcuni piatti tipici, che solitamente cerco di assaggiare quando sono all'estero.
Essendo la Polonia un paese piuttosto freddo e umido, le zuppe sono una pietanza che viene proposta nei ristoranti, come antipasto o portata principale, accompagnata da ravioli. 
Ne provai molte: di verdure, carne o segale, ed ero felice come una bambina quando mi venivano servite all'interno di un guscio di pane.
Tornando a casa mi venne voglia di qualcosa di diverso, caldo e gustoso come una zuppa, ma dalla consistenza diversa.
Nel tragitto da Bergamo a casa (se vinco il Superenalotto, giuro che costruisco una pista di atterraggio di fronte a casa!), cercai di tenermi sveglia e attenta, concentrandomi su un piatto che avrebbe potuto scaldarmi come una zuppa ma che, allo stesso tempo, non fosse troppo difficile e lungo da elaborare.
Feci appena in tempo a bloccare la signora dell'alimentari vicino casa.
Bussai ripetutamente alla porta chiusa finché, mossa forse a compassione, mi fece entrare.
Arraffai le cose che mi sarebbero servite per preparare ciò che avevo programmato durante il rientro, e corsi a casa a prepararlo.





Ingredienti per 2 persone:

100 gr farina mista di grano saraceno e farro (Mulino Spadoni)
1 uovo
220 ml latte
1 rametto di rosmarino
1/2 cucchiaino di zenzero
100 gr zucca gialla
1 carciofo
1 spicchio d'aglio
brodo vegetale leggero qb (io dado Bimby)
burro qb
olio evo qb
sale qb
pepe qb

In una ciotola ed aiutandovi con una frusta, mescolate la farina, l'uovo e il latte, fino ad ottenere una pastella densa e senza grumi. Tritate gli aghi di rosmarino, aggiungeteli al composto e lasciate riposare in frigo.
Lavate, pulite e tagliate il carciofo a dadini piccoli, tritate lo spicchio d'aglio e mettete tutto in una larga padella.
Aggiungete un filo di olio e fate rosolare a fiamma viva, per circa 5 minuti.
Se fosse necessario aggiungete un cucchiaio di brodo vegetale.
A fine cottura salate e pepate.
Pulite la zucca e tagliatela a dadini, lessatela in poca acqua.
Quando avrà raggiunto una consistenza piuttosto morbida e comincerà a rompersi sarà cotta, aggiungete sale e zenzero e frullate con il minipimer. 
In  un padellino da crepes oppure uno antiaderente del diametro di 24 cm fate scaldare un piccolissimo riccio di burro, su fuoco moderato.
Cuocete le crepes versando un mestolo di impasto per volta, che dovrebbe essere sufficiente per 6 crespelle.
Sovrapponetele e lasciatele freddare, mentre apparecchiate, coperte da pellicola trasparente,in modo che l'umidità che si forma all'interno le mantenga morbide.
Su un tagliere arrotolate tutte le crepes sovrapposte, e tagliatele dello spessore di un cm.
Saltatele per un minuto nella padella dei carciofi, aggiungendo un cucchiaio o due di brodo, se asciugassero.
Servite la crema di zucca piccante sulla base oppure al lato di un piatto piano, formate un mucchietto di tagliatelle al centro e guarnite con i carciofi.


Con questo piatto partecipo al contest natalizio di AIFB, "Taste Abruzzo, it'sXmas Time", con i Cereali e grani speciali, nella speranza che questa ricetta scaldi il cuore della giuria, così come ha scaldato il mio.