martedì 11 novembre 2014

Fregola tostata con pere e crema di ricotta salata

E' stata la prima volta, per me, al Salone del Gusto di Torino.
Riuscii a prenotare un albergo a Giugno, immaginando che sarebbero stati giorni pieni di lavoro, per i torinesi.
Persino le amiche mi presero in giro, chiedendomi come mai avevo prenotato con così tanto anticipo, visto che andavo a Torino "solo" per il Salone.
La mia previdenza fu premiata. 
Mi resi conto, appena arrivata, della moltitudine di persone presenti in città, arrivate in occasione del weekend del buon cibo.
Fu interessante notare la diversità dei soggetti che affollavano la manifestazione, in quei giorni.
C'erano appassionati e ristoratori... Erano presenti anche noti imprenditori del settore, pubblicitari, cameraman di tv locali e nazionali. 
Quelli che mi divertirono maggiormente, furono i mangiatori cronici, in cerca di qualsiasi cosa offrissero gli stand, ovviamente "aggratis"!
Si intrufolavano tra le persone, dribblavano noi blogger, impegnate a fotografare prodotti di ogni parte del mondo, allungavano le mani, passando di fronte all'obiettivo delle macchine fotografiche e TAC!
Sgraffignavano ogni tartina, cioccolatino, crostino o pezzetto di salame riuscissero a farsi appiccicare alle manine.
Immaginate che sconquasso, passare da un tartufino fondente ad una birra doppio malto, al salmone norvegese e, per finire in bellezza, a un bel pezzo di pecorino, accompagnato da un passito!
Furono due giorni intensi e meravigliosi, in cui riuscii a comprare un bel po' di prodotti.
Durante il viaggio di rientro chiamai Claudia, che accettò con piacere il mio invito ad assaggiare il mio "bottino di guerra".





Ingredienti per 2 persone:

6 cucchiai di fregola sarda tostata (io Artinpasta)
1 pera Abate
1/2 cipolla bianca
1 cucchiaio di crema di ricotta salata (L'Asquanta di Latteria Angelina)
olio evo qb
brodo vegetale leggero qb (io dado Bimby)
pepe qb

Pelate e tritate la cipolla. Fatela soffriggere in una casseruola con un filo di olio evo, aggiungendo un mestolo di brodo per non farla colorare.
Fatela cuocere a fuoco basso per qualche minuto.
Intanto sbucciate 3/4 di pera, lasciando qualche fetta per la decorazione. Tagliate il resto a dadini, avendo cura di fare questa operazione bagnando con un po' di succo di limone il frutto.
Aggiungete alla cipolla la fregola, fatela tostare per qualche minuto, girando con un mestolo di legno.
A questo punto aggiungete il brodo vegetale e fate cuocere per 5 minuti, controllando che non si attacchi sul fondo. 
Terminate la cottura della fregola (circa 8-10 minuti), aggiungendo anche i dadini di pera, in modo che si insaporisca e che finisca di assorbire il brodo.
All'ultimo momento aggiungete la crema di ricotta salata, mantecate e servite subito, guarnendo con la pera lasciata da parte e una macinata di pepe nero.