giovedì 20 marzo 2014

Pappa al pomodoro con olive al forno e ricotta salata

Talvolta avverto il bisogno marcato di lasciar riaffiorare il ricordo delle mie origini paterne, preparando uno di quei piatti di cui il mio “babbo” (come diciamo in Toscana) andava matto.
Quando ero piccola mia madre non cucinava mai questo tipo di piatti perché lei è di origini pugliesi e abbraccia altre tradizioni culinarie; così io e mio padre andavamo alla bottega vicino casa, una gastronomia gestita da una signora piuttosto corpulenta e caciarona, che preparava personalmente tutte le pietanze in vendita, tipiche della tradizione toscana.
La signora Ivana era quella che, vedendomi passare almeno una volta a giorno nel mio tragitto pedonale per andare a scuola, si affacciava sempre per allungarmi un pezzetto della sua ottima schiacciata cotta a legna, per la merenda delle 10.
Era una donna alta circa un metro e ottanta, con i capelli biondi cotonati e raccolti con una miriade di forcine, in una banana, dietro la testa. La pancia e le braccia robuste, tipiche delle massaie di una volta, facevano di lei una persona dall'impatto piuttosto autorevole e autoritario, abbinato ad una vociona spesso usata a volume eccessivo.
Sapeva però essere gentile, amorevole e premurosa con tutti i bambini del quartiere. Ci faceva sempre le coccole, chinandosi  a pizzicarci le guance e a volte, come regalo, ci permetteva di andare dietro il suo bancone a prendere i pinoli sfusi dal barattolo che teneva su una mensola bassa, perché ci potessimo arrivare.
Quando avevamo voglia di mangiare una delle prelibatezze di Ivana, mio padre si faceva trovare all’uscita della scuola, così da poter andare assieme a scegliere quello che sarebbe stato il nostro pranzo.
Questa è una versione "guarnita" rispetto alla pappa al pomodoro di Ivana, veramente gustosa, adatta anche come piatto unico.







Ingredienti per 6 persone:

300 gr pane toscano raffermo
700 gr pomodori San Marzano rossi
2 spicchi di aglio
1 lt brodo vegetale
100 gr ricotta salata
100 gr olive nere al forno
olio evo qb
sale qb
qualche foglia di basilico fresco



Tritate uno spicchio d'aglio in una casseruola e fate rosolare i pomodori, aggiungendo un filo di olio. 
Regolate di sale e fateli cuocere a fuoco lento per circa mezz'ora.
Intanto tagliate a cubotti abbastanza grandi il pane, strofinatelo con l'altro spicchio d'aglio e fatelo tostare in forno per 5-6 minuti a 200°. 
Una volta seccato, mettetelo a bagno nel brodo caldo, finché non avrà assorbito tutto il liquido.
Quando i pomodori saranno cotti, aggiungete il pane bagnato e mescolate bene per amalgamare gli ingredienti.
Aggiungete il basilico, il pepe, e fate cuocere per altri 20 minuti a fuoco lento.
Intanto denocciolate le olive nere. 
A cottura ultimata aggiungetene 2/3 alla pappa e mescolate.
Servite in piatti da minestra e guarnite con la ricotta salata a julienne, qualche oliva e un filo di olio a crudo.