lunedì 17 marzo 2014

Arista di maiale all'arancia

La mamma è sempre la mamma.
A volte ci vediamo, ma sempre molto meno di quanto vorremmo.
Le serate in sua compagnia finiscono sempre molto tardi, perdendoci per ore in racconti di vita, aneddoti del quotidiano e ricordi lontani, tra confessioni e consigli che ci scambiamo, come due vecchie amiche. 
In ambito gastronomico, lei non gradisce molto la carne. Un po' come i bambini. Sa che le fa bene e che la deve mangiarevisto che si dedica molto all’ attività sportiva (chissà da chi ho preso la mia ossessione per lo sport) e lavora molto, ma è sempre un problema trovare una pietanza di carne che non le renda una cena simile ad una tortura.
L'arista è uno dei tagli che preferisce, perché deve essere ben cotta e spesso viene speziata al punto da non sentire più il sapore della carne.
Stasera le ho preparato questo ottimo piatto, il cui sughetto rende quasi obbligatoria la scarpetta.
Lei, da non amante della carne, l'ha fatta fino a pulire il piatto!
 




Ingredienti per 4 persone:

750 gr arista disossata
4 arance non trattate
2 spicchi di aglio
2 rametti di rosmarino
2 cucchiai di aceto balsamico
sale qb
pepe qb
olio evo qb



Preparate la carne il giorno prima.
Tritate la scorza di 3 arance insieme ad uno spicchio di aglio, un rametto di rosmarino, abbondante sale e pepe.
Cospargete il composto sulla carne, già disposta in una teglia adatta al forno, cercando di far aderire gli aromi su tutta la superficie.
Coprite con la pellicola trasparente e fate riposare in frigo.
Il giorno successivo togliete la carne almeno un paio di ore prima.
Accendete il forno alla massima potenza (250°).
Condite l'arista con uno spicchio di aglio tagliato a metà, l'altro rametto di rosmarino, abbondante olio e e informate per circa mezz'ora, girando spesso la carne per farla sigillare su tutti i lati.
Intanto spremete il succo di un'arancia, pelate a vivo le altre tre arance a cui avete tolto la scorza e frullatele.
Trascorsa mezz'ora abbassante la temperatura a 180°e versate sulla carne il frullato di arance, proseguendo la cottura per un'altra mezz'ora.
In un pentolino versate il succo dell'arancia, aggiungete l'aceto balsamico e fate evaporare per 5 minuti.
Una volta cotta l'arista, togliete la teglia dal forno e prelevate la carne sgocciolata del suo sugo, sigillandola all'interno di carta stagnola, per almeno 10 minuti.
Intanto versate il sughetto dell'arrosto dentro il pentolino, insieme al succo agrodolce, facendo bollire per un paio di minuti a fuoco vivace.
Estraete la carne dalla stagnola, tagliatela a fette sottili e disponetela nella teglia di cottura, irrorandola di sugo all'arancia.
Potete servire questa delizia con del semplicissimo purè di patate. Sarà strepitosa.