sabato 26 luglio 2014

Una Norma... Fuori norma!

Questo piatto è nato un po' per caso, pensando più ad un nome che ad una ricetta.
Conobbi in palestra un tipo piuttosto singolare, che anche dal nome doveva farmi pensare al personaggio con cui avevo a che fare, Norman. 
Ovviamente il nome è una cosa che ci troviamo appiccicata addosso, nel bene e nel male (io non dovrei parlare, visto il mio), ma sentire un ragazzo così giovane con un nome così da vecchietto, quasi da personaggio di "Indovina chi?", era veramente curioso. 
Bastava guardarlo poi, secco come uno stecco, tatuato come un galeotto, 1 metro e 50 di concentrato di stranezza, per eliminare qualsiasi dubbio sulla particolarità del soggetto.
Come faccio a volte, soprattutto quando mi annoio, comincio a giocare con la mente, pensando ad una parola e trovarne collegamenti e somiglianze. 
Così quel giorno, durante il mio allenamento, iniziai a guardare Norman e, pensando al fatto che è un tipo piuttosto svitato, Norman = Norma, lui sicuramente è fuori norma; pasta alla Norma, una pasta alla Norma diversa dalla norma, proprio come Norman!
Mi affrettai quindi a finire l'allenamento per tornare a casa e preparare questa delizia per cena, divorata e con ovazione per il bis.
Riassumendo... Grazie Norman!



Ingredienti per 2 persone:

150 gr pomodori San Marzano
100 zucchero
1 spicchio d'aglio
pepe qb
peperoncino qb (al qb solito mettetene un altro po'!)
1 fetta di melanzana spessa 1 cm
12 paccheri o schiaffoni
200 gr ricotta vaccina
100 gr ricotta salata
olio di semi per friggere
un pizzico di sale fino
2 foglie di basilico fresco




Prima di tutto preparate la marmellata piccante di pomodori San Marzano.
Lavate i pomodori e tagliateli a cubetti piccoli, mettete in una casseruola con lo spicchio d'aglio e lo zucchero. 
Aggiungete il peperoncino e una macinata di pepe, cuocete per circa 20 minuti a fuoco basso, mantenendo però il bollore. 
Tagliate la fetta di melanzana a dadini piccoli e friggeteli in abbondante olio di semi, per qualche minuto. 
Scolate e tenete da parte, salando leggermente. 
Frullate la ricotta con la ricotta salata e inserite la mousse in una sac a poche con beccuccio piccolo a stella.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata (i paccheri sono 12 ma sicuramente almeno un paio si romperanno in cottura). 
Componete il piatto disponendo una cucchiaiata abbondante di marmellata piccante di pomodoro, appoggiate sopra i paccheri che riempirete di mousse alla ricotta salata, disponete infine le melanzane fritte sul piatto e guarnite con una foglia di basilico. 
Il contrasto fra la sapidità della ricotta salata e le melanzane fritte, con la marmellata dolce ma piccante di pomodoro è una vera delizia. Vi pentirete di non averne preparate una dose doppia!