mercoledì 9 settembre 2015

Chitarra con crema di ceci e ragout bianco di moscardini

Arrivano le prime giornate fresche, ed è subito inverno. Quest'anno sono rimasta bianca come una mozzarella, nonostante abiti a pochi chilometri dal mare. Mi sento quindi molto più a mio agio con pantaloni lunghi e golfini, piuttosto che abitini e sandali che mostrano tutto il mio pallore. 
Anche a tavola cambiano i gusti, le voglie e le idee. 
Optando per qualcosa di adeguato alle temperature settembrine, uno dei miei piatti migliori è stato proprio questo.
Gustoso, saporito, con un fortissimo richiamo ai sapori del sud. 



Ingredienti per 3 persone:

250 gr di spaghetti alla chitarra
5 cucchiai di ceci lessi, con la sua acqua di cottura
4 moscardini spellati e bolliti, con la sua acqua di cottura
1 cucchiaio di mandorle a lamelle
1 cucchiaio di capperi sotto sale
1 spicchio d'aglio
scorza di limone qb
olio evo qb
sale qb
peperoncino qb
prezzemolo fresco tritato qb

Con un frullatore ad immersione tritate i ceci, rendendoli una crema con l'aiuto di un filo di olio e un po' della sua acqua di cottura. 
Tostate in una padella antiaderente le mandorle, toglietele dal fuoco quando saranno leggermente dorate. Nella stessa padella schiacciate lo spicchio di aglio, unite un peperoncino secco sbriciolato e l'olio. Fate scaldare e aggiungete i moscardini tagliati a pezzi piccolissimi.
Saltate velocemente il pesce, aggiungete i capperi e, se necessario, qualche cucchiaio di acqua di cottura del pesce. Regolate di sale, aggiungete il prezzemolo e spegnete. 
Cuocete la pasta, conditela con la crema di cannellini e formate dei turbanti nei piatti. 
Disponete sulla pasta il ragout di moscardini a cui avrete aggiunto parte delle mandorle, lasciandone qualche pezzo per la decorazione. Grattate poca scorza di limone e aspettate che il calore rilasci la fragranza degli agrumi, che si sposa benissimo con questo piatto. 
Vi ricordo di procurarvi del pane, la scarpetta è obbligatoria.